FUORI I FASCISTI DALLE ISTITUZIONI! CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA ANTONINI.

5 gennaio 2014 Lascia un commento »

 

L’ANPI in tutti questi anni ha sempre ribadito, in ogni occasione, la fondamentale importanza che ha il rispetto delle nostre Istituzioni che possono esistere semplicemente perché una parte degli Italiani rese possibile la riconquista della libertà e della democrazia. L’ANPI ascolana, da quando ha iniziato il suo nuovo corso, ha dimostrato di volere fortemente rispettare questi principi. Lo ha fatto cercando il dialogo, cercando di offrire la propria collaborazione, cercando anche di prodigarsi per fare in modo che le celebrazioni commemorative assumessero la solennità che meritano, senza contestazioni e nel rispetto dei protocolli stabiliti. Questo per noi significa rispetto reciproco dei ruoli istituzionali che ognuno ricopre.

Questo rispetto esiste quando due o più parti si impegnano per lo stesso scopo, operando e lavorando all’unisono per il suo raggiungimento. Il rispetto viene a mancare quando una delle parti viene meno al proprio impegno.

Ascoli e la sua Provincia sono state insignite di Medaglia d’Oro per Attività Partigiana.

Un assessore alla cultura (che poi ci dovrà spiegare su quali basi si fonda la propria cultura) non può permettersi il lusso di passeggiare sugli spalti dello stadio cittadino facendo bella mostra della sua persona addobbata di sciarpa con tanto di simboli celtici che inneggiano e rievocano quel nazifascismo autore dei peggiori crimini a danno dell’umanità. Tanto meno può permetterselo un assessore della Provincia di Ascoli Piceno insignita di Medaglia d’Oro per Attività Partigiana.

Andrea Maria Antonini, non puoi permetterti (ti diamo del “tu” perché il “Lei” si da ai Signori) di fare l’assessore della Provincia di Ascoli Piceno andando in giro per la città inneggiando al nazifascismo. Andrea Maria Antonini, dietro la Medaglia d’Oro di cui si fregia il gonfalone della Provincia che rappresenti c’è sangue, tanto sangue.

Dietro quella Medaglia c’è il sangue dei Partigiani Ascolani che sono stati trucidati da uomini che sventolavano vessilli con gli stessi simboli che hai esposto al Del Duca. Tutto questo è storia e forse tu l’hai studiata fermandoti alle Guerre d’Indipendenza…assessore alla cultura!

L’Anpi, nel rispettarle, esige il rispetto delle Istituzioni e dei loro rappresentanti, esige il rispetto del proprio ruolo e di tutti i Martiri che rappresenta.

L’Anpi si sente oltraggiata e profondamente offesa dal comportamento nauseabondo dell’assessore Andrea Maria Antonini e ne chiede pubblicamente le immediate e irrevocabili DIMISSIONI.

ANPI    Comitato Provinciale di Ascoli Piceno

Pubblicità