Editoria

Offriamo in vendita vari “materiali resistenti”,che potete ordinare online PREVIO BONIFICO SUL CONTO IT61Q0306913506100000001820 e che riceverete direttamente a casa:

Il libro di Sergio Bugiardini, “La città e il colle”, opera storica indispensabile per conoscere la storia della Resistenza ascolana, basata su testimonianze dirette, offerta al prezzo scontato del 50% sul prezzo di copertina di euro 40,00 (euro 20,00);
D4931961-ADF8-40FC-989B-EC546832CB0E

La graphic novel “La banda del Colle San Marco”, ideato da Officine in movimento, con i disegni di Stefano Brandetti e i testi dello stesso Brandetti e di Costantino Di Sante, che ne ha curato la consulenza storia, che ci racconta le eroiche giornate degli scontri alle Casermette e a Colle San Marco (euro 10,00);
680F1B7E-A337-44CB-A6C5-257526460579

IL DVD “I fatti, luoghi e le pietre che parlano, nell’Ascolano”, di Marco Morganti, documento memorialistico per la conoscenza del nostro panorama della Resistenza (euro 5,00);

Lucio Di Domenico, “I fatti di Pozza – Cronache e documenti sulla Resistenza acquasantana”, (euro 5,00)
L’11 marzo una colonna tedesca, malgrado la neve e cogliendo di sorpresa la banda del capitano Ettore Bianco, accerchiò Pito, Pozza e Umito. Durante la notte i reparti tedeschi e fascisti “trovarono guide ben disposte ad indicare loro la via per salire la montagna” (Balena, p.262). Attaccarono Pozza di Acquasanta all’alba, casa per casa cercavano armi ed uomini. Incendiarono undici case di contadini accusati di aver dato ospitalità ai partigiani, razziarono cibo e denaro, ammazzarono chiunque tentasse la fuga. Otto uomini morirono davanti alle loro case, erano tutti disarmati e furono uccisi senza pietà. Intanto gli uomini trovati nascosti nelle case del paese vennero avviati verso un grosso magazzino poco distante dal paese dove li avrebbero fucilati e avrebbero poi bruciato i loro corpi. Tuttavia, inaspettatamente, i nazisti abbandonarono i loro prigionieri e si diressero verso Umito, dove i partigiani della banda Bianco stavano attaccando la formazione tedesca, la quale richiedeva rinforzi per fronteggiare l’attacco. Lo scontro fu violento, la morte del comandante tedesco indusse i tedeschi ad indietreggiare consentendo agli uomini di Bianco di sganciarsi risalendo la collina. I tedeschi persero una trentina di uomini e sfogarono la loro rabbia sulla popolazione civile, incendiando le case con bombe e bengala.
In paese erano rimasti bloccati alcuni partigiani, i nazisti li circondarono e diedero fuoco alla casa in cui si erano rifugiati. Bruciarono viva anche una bambina di undici mesi, la piccola Anna Sparapani. Ecco come ricorda quei tragici attimi la madre, Domenica Sparapani:”Giunta nella piazzetta ho affidato i miei bambini ad alcuni parenti e sono tornata a prendere la piccola Anna, ma la mia casa stava bruciando con la mia bambina dentro. Il primo istinto è stato buttarmi tra le fiamme e salvarla, era ormai impossibile, troppo tardi. Sono rimasta lì immobile, senza poter far nulla, forse non ricordo bene, ho gridato disperatamente. Altre case nel frattempo incendiavano,
i miei paesani sembravano anch’essi impazziti perchè non avevano più la propria casa, le proprie cose, i viveri; ma io neppure la mia bambina”.
Nell’attacco a Pozza e Umito persero la vita 12 abitanti del posto e più di 30 partigiani, tra cui 15 jugoslavi. In verità sul numero esatto di partigiani morti non esiste tra gli storici una versione univoca.
Sui luoghi degli scontri sorge ora un cimitero partigiano in cui sono seppelliti tutti insieme partigiani e civili, italiani e slavi, inglesi, greci e americani.
Il libro di Di Domenico, ricco di un ampio repertorio fotografico, offre la più completa narrazione del contesto storico e sociale teatro di quei tragici avvenimenti.
E99CE3F3-AF78-459C-8E00-79BA6351C1FD

Aggiungete euro 2 per le spese di spedizione tramite posta ordinaria.

Sempre tramite bonifico si può acquistare:
Fazzoletto ANPI, in acrilico, euro 5,00 oppure in cotone, con logo e scritta “Ora e sempre Resistenza”, euro 10,00. 24A44DC9-7ADF-4D1E-9105-A3769048361E
Spilletta ANPI euro 5,00
Aggiungete euro 6 per le spese di spedizione tramite corriere.
.
.
.
.
.
.

I LIBRI DI BULOW

I libri di Bulow sono un’iniziativa formativa promossa dall’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. È rivolta non solo agli iscritti, ma anche, e specialmente, a tutte le cittadine e ai cittadini di buona volontà democratica e antifascista. Pagine di apprendimento e approfondimento dei principi e valori che mossero la lotta delle combattenti e dei combattenti per la libertà.

Bulow è il nome di battaglia di Arrigo Boldrini, comandante partigiano, Medaglia d’oro al Valor militare, co-fondatore e Presidente nazionale dell’ANPI per sessant’anni. Fu uno dei principali fautori della “pianurizzazione”, la scelta strategica che portò i partigiani dalle montagne a luoghi aperti, che si pensavano impossibili per quel tipo di lotta. Un’innovazione che portò l’anelito di democrazia in nuovi territori.

L’ambizione di questi libri è la medesima.

I LIBRI POSSONO ESSERE ORDINATI ONLINE, il costo di ogni volume è di euro 10,00, a cui aggiungere euro 2,00 per spese di spedizione tramite posta ordinaria, EFFETTUANDO IL VERSAMENTO TRAMITE BONIFICO BANCARIO SUL CONTO DELL’ANPI DI ASCOLI PICENO IT61Q0306913506100000001820 E DANDONE NOTIZIA TRAMITE EMAIL ALL’INDIRIZZO anpiascoli@gmail.com

Essere ANPI

Le pratiche, l’identità e l’agire della nostra associazione, cosa siamo e cosa non siamo, i ruoli e le relazioni. Un modo per fare il punto e ripercorrere i grandi cambiamenti che abbiamo attraversato dal 2006 — ovvero da quando non solo partigiani e partigiane possono essere membri a pieno titolo — ad oggi.

E poi la storia dell’ANPI per come si è svolta insieme alla storia del nostro Paese, completata da brevi biografie dei presidenti, statuto e regolamento.

A cura di Giovanni Baldini, Andrea Liparoto, Paolo Papotti
Prefazione di Gianfranco Pagliarulo

maggio 2021
129 pagine
ISBN 979-12-80522-00-9

0CF190BC-52C4-430D-AB34-9DFD86118189

Cattive compagnie
Neofascisti, istituzioni, politica.
I casi eclatanti degli ultimi anni.

Cinque interventi — ed una ricca introduzione — su incursioni, note e meno note ma comunque recentissime, dell’estrema destra verso le istituzioni e la politica italiana in generale.

Un libro denso e sintetico che parla dei rischi e delle minacce alla convivenza civile che le istituzioni democratiche non possono e non devono tollerare. Minacce che devono essere affrontate per quello che sono, con tempestività, senza eccessivi allarmismi, ma senza indugi.

Di Giovanni Baldini, Andrea Liparoto, Thomas Mackinson, Natalia Marino, Matteo Pucciarelli, Valerio Strinati

marzo 2022
84 pagine
ISBN 979-12-80522-01-6

98717F9C-510D-4861-B219-672A52D20F91

Una scelta per la vita
La testimonianza di Liliana Segre in un fumetto di Gianni Carino.

L’ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre, tenuta in una scuola in provincia di Arezzo nell’ottobre 2020, in forma di graphic novel.

Non un esercizio della memoria rivolto al passato. Non solo un omaggio alle vittime. Non semplicemente la registrazione di un fatto storico, lontano nel tempo, estraneo alla vita. I testimoni ci consegnano un impegno umano e dunque civile: evitare che prevalga il dato dell’indifferenza. Il tema è proprio questo: la consapevolezza che la prima metà del Novecento non è uno dei molti volumi dell’enciclopedia della storia, ma il capitolo che subito precede l’oggi e che quindi caratterizza la convivenza civile del nostro tempo.

Di Gianni Carino
Con una lettera di Liliana Segre
Introduzione di Gianfranco Pagliarulo

aprile 2022
88 pagine
ISBN 979-12-80522-02-3
Liberamente ispirato a “Ho scelto la vita. La mia ultima testimonianza pubblica sulla Shoah” di Liliana Segre, a cura di Alessia Rastelli, Solferino Edizioni.

B61CC51A-CEB0-4C82-AD52-5A8530C2F87C