Archivio per novembre 2012

12 dicembre 1969, una strage fascista. L’Anpi non dimentica.

30 novembre 2012

Il 12 dicembre del 1969 una bomba ad alto potenziale e di chiara matrice neofascista esplodeva nella Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano provocando 17 morti e 84 feriti.
Fu l’inizio della strategia della tensione e il preludio alla stagione del terrorismo e dell’eversione in Italia. Nonostante numerosi processi e diverse sentenze, nonostante i colpevoli siano stati chiaramente individuati, per questa strage nessuno ha pagato. A 43 anni dalla strage, il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo e per la difesa dell’ordine repubblicano, d’intesa con i familiari delle vittime promuove una serie di iniziative non solo per rendere il doveroso tributo di memoria ai caduti, ai feriti ed ai familiari, ma anche per riflettere su una vicenda che presenta ancora troppi lati oscuri, anche per ciò che attiene al ruolo svolto da apparati deviati dello Stato.

Vogliamo verità e giustizia, vogliamo che si aprano tutti gli armadi e si svelino tutti i segreti, anche per essere certi che queste tragiche vicende non possano verificarsi mai più.

Alle iniziative in programma sono vivamente invitati a partecipare tutti i cittadini.

Programma

12 dicembre 2012 piazza Fontana ore 16,30  appuntamento con i gonfaloni dei Comuni, e le bandiere delle Associazioni Partigiane.

Ore 16,37 deposizione delle corone alla presenza delle Autorità.

Ore 17,00  proiezione di un documentario sulla strategia della tensione.

Ore 17,30 interventi di:
Carlo Arnoldi, Pres. Associazione Vittime di Piazza Fontana.
Onorio Rosati, Segretario Gen.le Camera del Lavoro di Milano.
Prof. Carlo Smuraglia, Presidente nazionale dell’ANPI

Presenta: Roberto Cenati  Presidente ANPI Provinciale di Milano-

Sala Orlando del Palazzo Castiglioni  dell’Unione Commercianti, Corso Venezia 47.

Ore 19,30 concerto dedicato al 43° anniversario della strage di Piazza Fontana. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Prenotazioni:
tel. 0286998866
e-mail:  info@eventistudio.it

13 dicembre 2012 ore 20,30 Teatro dell’Arte, viale Alemagna 6, Milano.
Spettacolo teatrale: SEGRETO DI STATO di Silvio Da Rù e Fortunato Zinni. Lliberamente tratto dal libro “Piazza Fontana: nessuno è Stato” di Fortunato Zinni. Regia Silvio Da Rù

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
MM1 MM2 Cadorna – tram 1,19,27  – bus 57,61,94
prenotazione obbligatoria
tel. 3664154041 e-mail: vroberta2002@yahoo.it
(da lunedì a venerdì 10.00-12.00/14.00-18.00)

Appello dell’Anpi: salviamo la Memoria

26 novembre 2012

Appello al Governo e al Parlamento per il 70° della Resistenza e della Guerra di Liberazione:”evitiamo il memoricidio, rendiamo protagonisti i giovani del presidio e della promozione delle radici dell’Italia”. Firmato:  Luciano Guerzoni per le Confederazione Italiana Associazioni Combattentistiche e Partigiane, Susanna Camusso per la Cgil, Raffaele Bonanni per la Cisl, Luigi Angeletti per la Uil.

In un comunicato si legge che “Per le Celebrazioni del Settantesimo della Resistenza e della Guerra di Liberazione (43-45), eventi storici decisivi per la riconquista della libertà e della democrazia conculcate dalla dittatura fascista e  dall’oppressore nazista, la Confederazione Italiana delle Associazioni Combattentistiche e Partigiane e le Confederazioni CGIL, CISL, UIL, chiedono che nella Legge di Stabilità 2013-2015, attualmente all’esame e al voto della Camera dei Deputati, sia introdotta una previsione finanziaria triennale, come è sempre avvenuto per  eventi similari a memoria delle fondamenta della Repubblica Italiana”.

La Confederazione delle Associazioni Combattentistiche e Partigiane e CGIL, CISL, UIL, con la partecipazione del Governo in rappresentanza dei poteri pubblici, intendono caratterizzare le celebrazioni con iniziative rivolte innanzitutto alle nuove generazioni delle scuole, delle università e del mondo del lavoro per contribuire alla loro formazione negli ideali, nei valori e nei principi affermati nella Costituzione Repubblicana affinché la gioventù italiana sia sempre più protagonista e artefice della rigenerazione della politica e delle istituzioni indispensabile per un futuro di libertà, giustizia, lavoro e benessere. All’apposito Comitato Nazionale in via di costituzione, sarà  richiesta la partecipazione per il Governo dei ministri, dell’Istruzione, della Difesa e del Lavoro.

A Roma sit-in contro i neofascisti

24 novembre 2012

L’Anpi di Roma il 24 novembre particeperà al sit-in democratico in piazza dell’Esquilino contro Casapound, e a Piazza Farnese con la CGIL per la scuola.

L’ANPI di Roma e il Coordinamento romano antifascista a difesa dell’Ordine democratico e della Costituzione, ritiene positiva e necessaria l’assunzione di responsabilità delle autorità preposte di impedire sabato 24 novembre a Casapound e Blocco studentesco la sfilata per le vie del centro di Roma, Città Medaglia d’Oro per la Resistenza, relegandola ad una zona più decentrata della città.

“Continuiamo a credere – si sottolinea – che a queste organizzazioni vada impedita ogni agibilità perché contrarie al dettato costituzionale, richiamandosi esse stesse nella simbologia, nei nomi, e nell’ideologia al fascismo, sconfitto dalla storia e illegale proprio in base all’ordinamento costituzionale”.
“Chiediamo la massima vigilanza, perché sono ormai troppo frequenti gli episodi di intolleranza politica, le violenze e le pulsioni razziste e antisemite palesate dalle suddette organizzazioni che si definiscono “dei fascisti del terzo millennio”.

“E chiediamo altresì l’applicazione delle leggi Scelba e Mancino la dove se ne riscontrassero i presuppost”i.

“Chiamiamo – si aggiunge – la Roma democratica e antifascista che ritiene ancora attuali le battaglie per la libertà e per l’uguaglianza, per la giustizia e per la democrazia, a partecipare al sit in che si svolgerà sabato 24 novembre dalle ore 16 a Piazza dell’Esquilino. Preso atto della revoca della manifestazione indetta dalle forze sindacali a Piazza del Popolo sabato 24 novembre l’ANPI di Roma parteciperà al presidio della FLC CGIL a Piazza Farnese convocato per le ore 9.30”.

Si parte con il tesseramento per il 2013

22 novembre 2012

Il 18 novembre scorso è stata per l’Anpi una giornata memorabile: in più di 120 piazze italiane sono stati allestiti banchetti e gazebo per lanciare il tesseramento 2013 all’Associazione e per raccogliere le firme in calce alla Petizione al Presidente del Senato perchè la Commissione parlamentare sulle stragi nazi-fasciste riferisca al più presto sull’esito dei lavori.

Un grande sforzo organizzativo, premiato con la curiosità e l’interesse dei cittadini per le nostre iniziative, il compiacimento per la presenza di tanti giovani, l’affetto per coloro che 69 anni fa riscattarono col loro coraggio la dignità di un popolo oltraggiato dalla dittatura e dalla guerra.

Ascoli Piceno - Piazza Arringo - 18 novembre 2012

Anche Ascoli Piceno ha mobilitato gli aderenti all’Associazione ed ha organizzato una postazione in piazza Arringo, lato Battistero, nella mattinata di domenica. Malgrado la giornata piovosa ed umida, vi è stato un discreto afflusso di cittadini, i quali hanno sottoscritto l’appello al Presidente del Senato e si sono interessati alle iniziative dell’Associazioni; alcuni hanno richiesto di aderire per poter partecipare in prima persona.
 
In provincia, analoghe iniziative sono state realizzate nei Comuni ove  è presente una Sezione dell’Anpi: a Comunanza, ad Acquasanta Terme ed a San Benedetto del Tronto.
 
Nel complesso un bilancio positivo, che ci fa ben sperare in termini di nuove adesioni, per un’associazione sempre più presente e consolidata sul territorio.
 

Squadristi a Trento

22 novembre 2012

Martedi 20 novembre, a Trento, nella strada universitaria di Via Verdi, la violenza del pestaggio da parte del gruppo Blocco Studentesco-Casa Pound nei confronti degli studenti di sociologia e di semplici ignari cittadini che consideravano provocatoria la presenza di questi gruppi di estrema destra nell’università trentina.

L’Anpi esprime piena solidarietà ai tre studenti feriti vittime dello squadrismo.

Pestaggio che è l’ennesima testimonianza di un clima che può degenerare in una spirale di violenza dagli effetti imprevedibili.

“La violenza – scrive l’Anpi di Trento – deve essere sempre condannata con decisione da qualsiasi parte provenga.
L’Anpi  ha lanciato una campagna nazionale contro l’espandersi del fenomeno del neofascismo e nazismo in Italia e in Europa.
Non si tratta di semplici rigurgiti nostalgici, ma di vere e proprie organizzazioni d’ispirazione neofascista se non neonazista che in varie forme, spesso coperte da associazioni pseudo culturali, si diffondono sul territorio e specie nelle scuole e nelle università. Ritornano simboli e comportamenti nefasti delle passate dittature infarciti delle vecchie ideologie fasciste e razziste. Si fa più stretta la rete dei collegamenti europei e internazionali dei movimenti estremi del neo-nazifascismo come quelli rappresentati dal partito nazionalnazista Alba Dorata in Grecia”.

“Il neofascismo – si sottolinea – in Italia non è solo un problema di ordine pubblico da esercitare negli episodi di violenza, ma coinvolge principi e valori costituzionali. La ricostituzione del partito fascista sotto qualsiasi forma, l’apologia del fascismo, il nesso tra fascismo e razzismo, come dimostrano recenti sentenze della Cassazione, devono essere impediti e puniti con i doverosi interventi delle Forze dell’Ordine e della Magistratura”.

“La violenza e il revanscismo di queste organizzazioni neofasciste devono essere condannate e isolate da tutte le Istituzioni e forze democratiche. Nelle scuole, come prevedeva persino una norma della legge Scelba del 1952, deve essere insegnato cosa è stato davvero il dramma del fascismo in Italia. Si deve far conoscere la storia dell’antifascismo e della Resistenza e ancor più il significato della nostra Costituzione”.

L’Anpi e l’UDU (Unione degli universitari) invitano tutti gli studenti e i cittadini a una vigilanza democratica attiva contro la violenza e contro l’insorgere della ideologia fascista e razzista sotto qualsiasi forma.